Categorie
2020 Eventi

LA CARDIOLOGIA E LA GASTROENTEROLOGIA AL TEMPO DEL COVID-19

La cardiologia e la gastroenterologia al tempo del COVID-19

Corso di formazione e-learning in modalità FAD Sincrona Interattiva e con supporto del Tutor

15 LUGLIO – 10 DICEMBRE 2020

FAD SINCRONA 15 LUGLIO – 10 DICEMBRE 2020

Nel Dicembre 2019 è stata osservata una serie di polmoniti causate da un nuovo coronavirus, denominato SARS-CoV-2. L’infezione è stata classificata come pandemia dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, colpendo l’Italia da gennaio 2020. Il Governo italiano ha instaurato una serie di provvedimenti e di restrizioni socio-economiche per tentare di arginare il dilagarsi dell’epidemia. I provvedimenti intrapresi finora stanno avendo effetti positivi sul contenimento della pandemia, ma anche effetti indesiderati sulle altre patologie croniche. Infatti, un aspetto cruciale legato alla pandemia è emerso dall’analisi nell’andamento dei ricoveri per condizioni non relate alla COVID -19 che mostra la drastica riduzione degli accessi in pronto soccorso per tutte le patologie, anche urgenti, che non determinano sintomi sovrapponibili a quelli della polmonite da COVID-19. Sebbene questo sia un dato prevedibile, la preoccupazione nasce proprio dai numeri forniti da reparti come quelli di cardiologia e di gastroenterologia. E’ stato messo in evidenza uno scenario in cui molte persone preferiscono non recarsi in pronto soccorso oppure si presentano tardivamente. Parallelamente, i medici e gli infermieri sono la categoria professionale più colpita dal Covid-19, sia in termini di numero di contagiati che di morti. Sappiamo bene che il rischio clinico è la possibilità che un paziente subisca un danno involontario imputabile alle cure sanitarie, ma il rischio clinico, in caso di pandemia infettiva, riguarda anche gli operatori sanitari, soprattutto in alcune branche che operano in condizioni di emergenza. Già durante le precedenti epidemie di SARS e MERS, l’infezione del personale sanitario è stata una preoccupazione significativa. Tuttavia, durante pandemia da Covid-19, il Servizio Sanitario Nazionale e, in particolare, le pratiche ospedaliere in caso di emergenza sanitaria, sono stati messi a durissima prova, comportando un tasso di mortalità elevatissimo, soprattutto in alcune regioni di Italia, con una mortalità fra medici del doppio rispetto a quella cinese. Si terrà in via telematica, un progetto di formazione sul rischio clinico durante la Pandemia da Covid-19, distribuito in 8 distinti incontri in modalità webinar interattivo, tra Luglio e Dicembre 2020, con particolare attenzione alle branche di Cardiologia e Gastroenterologia, nonché agli scenari di emergenza di queste specializzazioni cliniche in epoca Covid-19.

RESPONSABILE SCIENTIFICO:

Prof. Francesco Fedele

Direttore Unità Operativa Complessa di Cardiologia Università La Sapienza -Roma

RESPONSABILE SEGRETERIA SCIENTIFICA:

Prof. Italo Stroppa

Gastroenterologo – Roma

Inquadra il QR-Code con la fotocamera del tuo smartphone, e ti comparirà un link. Aggiungi ad Home la Progressive Web App dal tuo browser internet e la tua app è installata sul tuo smartphone. Oppure digita sul PC pancovid.lamiaapp.app

Scarica la Webapp dell'evento

PROVIDER ECM E SEGRETERIA ORGANIZZATIVA

E.C.M.2 S.r.l.

Via degli Olmetti, 44 00060 Formello (RM) E-mail: iscrizioni@ecm2srl.it

ECM (EDUCAZIONE CONTINUA IN MEDICINA)

Il Corso di aggiornamento ECM dal titolo: PANDEMIA DA COVID-19: AGGIORNAMENTI ED ESPERIENZE A CONFRONTO è inserito nella lista degli eventi definitivi ECM del programma formativo 2020 del Provider ECM (cod ID 5084).

Professione: Medico Chirurgo Discipline principali: Tutte le discipline

Obiettivo Formativo: Documentazione Clinica Percorsi clinico assistenziali diagnostici e riabilitativi, profili di assistenza – profili di cura (3)

Partecipanti: 90 Ore Formative: 03 ID EVENTO: 283868 Crediti ECM: 4,8

 

Categorie
2020 Eventi

Cases Studies NAO Priority

Cases Studies NAO Priority

Corso di aggiornamento ECM (On-Line)

24/26 Giugno - 08 Luglio

BROCHURE Cases Studies NAO Priority

A quasi 10 anni dalla pubblicazione del primo trial clinico randomizzato sull’impiego dei nuovi anticoagulanti orali – NAO nel nostro Paese stentano a decollare per timori ancora diffusi da parte dei clinici e per vincoli burocratici nella prescrizione. Eppure i NAO rappresentano uno dei più significativi avanzamenti della farmacologia degli ultimi anni, attesi da tempo per superare i noti limiti dell’anticoagulazione con warfarin. Sia l’inibitore diretto orale della trombina (dabigatran), che gli inibitori del fattore X attivato (rivaroxaban, apixaban, edoxaban) negli studi di fase III sono risultati almeno non inferiori, se non superiori, al warfarin nella riduzione dell’ictus e delle embolie sistemiche nei pazienti affetti da FA. Ma la peculiarità che più li contraddistingue è nella sicurezza d’impiego, con una significativa riduzione del rischio emorragico, in particolare dei sanguinamenti intracranici. Eccetto che con apixaban, è stato osservato un incremento dei sanguinamenti gastrointestinali, ma complessivamente i NAO hanno dimostrato un trend di riduzione della mortalità con tassi simili a quelli del warfarin. E sulla base di questi dati le più recenti linee guida della Società Europea di Cardiologia, pur lasciando discrezionalità di scelta prescrittiva, favoriscono l’impiego dei NAO in sostituzione del warfarin nella maggior parte dei pazienti affetti da FA con CHA2DS2-VASc score ≥1. Nonostante i dati confortanti provenienti dalla letteratura, la maneggevolezza d’uso e un sostanziale risparmio per il Servizio Sanitario Nazionale, in Italia la scena dell’anticoagulazione è ancora in parte dominata dal vecchio warfarin. Come in altri paesi la prescrizione dei NAO è limitata: nei pazienti warfarin-naïve i NAO rappresentano il trattamento anticoagulante di scelta in caso di difficoltà logistiche nell’effettuare il monitoraggio della terapia anticoagulante orale (TAO), non disponibilità nell’effettuare i prelievi per la determinazione dell’international normalized ratio (INR) e nei pazienti con pregresso ictus ischemico o pregressa emorragia intracranica; nei pazienti warfarin-experienced lo switch è invece proponibile in caso di difficoltà logistiche nell’effettuare il monitoraggio della TAO, impiego giornaliero di basse dosi di warfarin (8-10 mg/settimana), labilità dell’INR, qualità subottimale della TAO (tempo in range terapeutico [TTR] <60-70%), concomitante impiego di farmaci interferenti con il warfarin e non con i NAO e nei pazienti con pregressa emorragia maggiore o cerebrale o pregresso ictus/attacco ischemico transitorio (TIA) in corso di warfarin. Vi sono anche ostacoli amministrativi legati alla prescrizione consentita solo a determinati specialisti e mediante la compilazione di un piano terapeutico on-line dell’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) e disomogeneità prescrittive regionali. 

L’evento è interamente incentrato sulla condivisione di esperienze per tipologia di paziente (discenti suddivisi in tavoli di lavoro multidisciplinari).
Per ogni «Case Studies» si analizzerà, in gruppi di lavoro, il problema e si cercheranno le soluzioni senza tralasciare le evidenze scientifiche oggi
disponibili. Sarà inoltre possibile partecipare ad una survey che ha l’obiettivo di individuare eventuali argomentazioni scientifiche che il tavolo di lavoro dovrà approfondire.

Inquadra il QR-Code con la fotocamera del tuo smartphone, e ti comparirà un link. Aggiungi ad Home la Progressive Web App dal tuo browser internet e la tua app è installata sul tuo smartphone. Oppure digita sul PC pancovid.lamiaapp.app

Scarica la Webapp dell'evento

PROVIDER ECM E SEGRETERIA ORGANIZZATIVA

E.C.M.2 S.r.l.

Via degli Olmetti, 44 00060 Formello (RM) E-mail: iscrizioni@ecm2srl.it

ECM (EDUCAZIONE CONTINUA IN MEDICINA)

Il Corso di aggiornamento ECM dal titolo: PANDEMIA DA COVID-19: AGGIORNAMENTI ED ESPERIENZE A CONFRONTO è inserito nella lista degli eventi definitivi ECM del programma formativo 2020 del Provider ECM (cod ID 5084).

Professione: Medico Chirurgo Discipline principali: Tutte le discipline

Obiettivo Formativo: Documentazione Clinica Percorsi clinico assistenziali diagnostici e riabilitativi, profili di assistenza – profili di cura (3)

Partecipanti: 90 Ore Formative: 03 ID EVENTO: 283868 Crediti ECM: 4,8