Categorie
Vero o Falso

Vero e Falso: il dolore toracico è sempre dovuto ad un problema cardiaco?

No, per fortuna il dolore toracico non è sempre manifestazione di una patologia cardiaca, però a fronte di un dolore toracico la prima cosa che va esclusa è la patologia cardiaca, perché la patologia cardiaca sia a livello cardiovascolare, sia a livello del cuore (vedi sindrome coronarica acuta) sia a livello dell’aorta (vedi aneurisma dissecante) è una patologia che mette in pericolo la vira del paziente, quindi deve essere intercettata in maniera prioritaria.

Poi ci sono tantissime altre cause di dolore toracico, naturalmente legato a tutti gli organi che ci sono nel torace, quindi può essere legato alla pleura, al polmone, all’esofago, alle costole, ai muscoli intercostali, però va sempre esclusa l’origine cardiovascolare del dolore.

Una cosa abbastanza tranquillizzante è che se un dolore toracico si modifica con la posizione, con i movimenti, questo tende ad escludere l’origine cardiovascolare, perchè l’origine cardiovascolare del dolore non si modifica con il movimento, può modificarsi con gli atti respiratori se coinvolge il pericardio cioè la membrana che avvolge il cuore ma se assumendo posizioni diverse il dolore passa si tende ad escludere l’origine cardiovascolare e nel dubbio recarsi al pronto soccorso soprattutto se è di una certa intensità.

Altrettanto importante è non sottovalutare dolori che non sono toracici perché possono essere cardiaci come ad esempio la difficoltà digestiva o bruciore a livello dello stomaco che ricorda una patologia gastroenterica ma può essere legata ad una patologia cardiaca e se il senso di peso allo stomaco si accompagna con dei sintomi neurovegetativi come sudorazione fredda o cardiopalmo, e se c’è anche una brusco abbassamento della frequenza cardiaca (da 70/75 a 50/45) allora il malessere può essere un campanello d’allarme che testimonia che non ci si trova in presenza di un dolore gastroenterico ma di un problema cardiaco.